LA BONIFICA ED IL RIPRISTINO DELLA NATURA ATTRAVERSO LA NATURA

Ripristinare e bonificare con la biodinamica e con tecniche agricole innovative, i terreni contaminati nell'area di Taranto. È questo l’obiettivo che iI progetto triennale Taranto R-Evolution - promosso dal Comitato Viandanti Onlus di Bereguardo (PV), dalla Fondazione Centro Educativo Murialdo di Taranto, in collaborazione con EcorNaturaSì e NeoruraleHub – vuole intraprendere avvalendosi di analisi puntuali e certificate sui terreni presi a campione. Un modo per verificare l’efficacia dell’agricoltura biodinamica nella bonifica di suoli contaminati, utilizzando una pratica agricola che da quasi cento anni aiuta gli agricoltori a tutelare e rendere fertili i loro terreni producendo alimenti di qualità. E al tempo stesso, un modo per offrire opportunità di formazione e lavoro.

 

Il progetto di ricerca è stato messo in moto da una sinergia tra soggetti pubblici e privati per trasformare circa 12mila metri quadrati di suoli contaminati in suoli agricoli biodinamici, riducendo i livelli di inquinamento ambientale che mettono a rischio la salute dell’ambiente e dei cittadini. 

EcorNaturaSì, azienda impegnata da oltre 30 anni nella promozione del biologico e del biodinamico di qualità e nella difesa dell’ambiente e del paesaggio agricolo, ha voluto dare il proprio contributo nell’impostare e seguire la sperimentazione.

A fianco di EcorNaturasSi anche NeoruraleHub, azienda specializzata nello sviluppo di soluzioni tecniche e di tecnologie per la sostenibilità ambientale, la quale ha sperimentato in Lombardia un progetto dedicato alle antiche risaie della provincia milanese. Anche nei terreni di Taranto ci sono le condizioni per la riuscita dell’impresa.